Cover Lovers #17: “Perfected” by Kate Jarvik Birch

Riprendo anche io la rubrica dopo molto tempo, pescando un bel po’ di libri dalla mia lista dei libri da leggere. Oggi parlerò di un libro uscito nell’estate dell’anno scorso che mi aveva attratto non solo per la copertina ma anche per la trama.

Cover Lovers, che poi per noi è un motto di vita, un “Carpe Diem” letterario si potrebbe dire. So che è brutto giudicare un libro dalla sua copertina, ma molte volte è la copertina a calamitare l’attenzione di una lettrice accanita come me (o Anncleire), rispetto alla trama che posso anche saltare a piè pari. Ho scoperto libri favolosi e anche pessimi facendomi guidare dalla loro copertina, ma sono pur sempre esperienza da fare (e poi il marketing si sa, punta a quello, attirare il lettore, mettendo della bella merce in mostra).

Ma non parleremo solo delle copertine più belle, bensì di quelle che ci hanno fregate nell’ultima settimana. Quelle per cui siamo finite iscritte a Blog Tour dalle date impossibili, o ci siamo vendute l’anima pur di averle approvate su NetGalley, o semplicemente abbiamo deciso di acquistare accatastando i relativi libri nella pila “da leggere”.

— Cit. dal post della prima settimana, che trovate qui!

La rubrica, ideata con Anncleire – Please Another Book, rinasce per me dopo un lungo periodo di pausa. Ammetto che in questo periodo ho anche deciso di evitare di aggiungere troppi libri alla lista di quelli da leggere quindi nelle prossime settimane tenterò di tirar fuori qualche bel CoverLovers direttamente dalla lista dei libri che voglio leggere.
Di cosa parlerò oggi?

Una gabbia, elegantemente rifinita, che mi ricorda molto la zucca che si trasforma in carrozza di Cenerentola, con dentro un bel vestito blu. Tutto risaltato dai colori e dallo sfondo bianco su cui spiccano. Inoltre la tagline del romanzo “Perfection comes at a price” mi ha subito colpita, spingendomi a leggere la trama di “Perfected” di Kate Jarvik Birch:

 

La perfezione ha un suo prezzo.

Non appena il governo ha approvato una legge che permette agli esseri umani di essere creati geneticamente e venduti come animali domestici, i ricchi e potenti si sono precipitati ad acquistare belle ragazze come Ella. Addestrati dalla nascita per essere graziosi, pudici, e, soprattutto, perfetti, questi “compagni di famiglia” entrano nelle case dei loro padroni pronti a vivere una vita di lusso e di inattività.

Ella è felice del suo nuovo ruolo di compagna di giochi per la frizzante giovane figlia di un membro del Congresso, ma lei non si aspetta Penn, figlio bello e ribelle del deputato del Congresso. Lui è l’unica persona che vede oltre l’aspetto perfetto della ragazza. Innamorata di lui andrà contro ogni regola che conosce… e la libertà che trova con lui è inebriante.

Ma quando Ella viene rapita e spinta nel buio mondo sotterraneo in agguato sotto la sua vita lussuosa, è di fronte ad una scelta impensabile. Perché l’unica cosa più pericolosa che stare con la famiglia di Penn è lasciarla… e se non ci riuscirà, dovrà affrontare un destino ben peggiore della morte.

Per gli appassionati della serie “The Selection” di Kiera Cass e la serie “Chemical Garden” di Lauren DeStefano, Perfected è uno sguardo agghiacciante su ciò che significa essere umani, e una splendida celebrazione del potere dell’amore che ci rende liberi, avvolti in un fiocco elegante e pericoloso.
E si tratta ovviamente di una distopia. Sono sicura che così ho già convinto molti di voi!

La trama mi ricorda un po’ altri libri che ho letto (anche il recente “The Jewel”), però voglio dare un po’ di fiducia al libro e spero non mi deluda. Da quel che ho scoperto si tratta di una serie, il cui secondo libro uscirà ad autunno di quest’anno.

Voi che ne pensate? Vi siete fatti “fregare” da qualche copertina questa settimana? E se si, quale? Su, su, che sono curiosa! 😉

E mi raccomando non dimenticate di visitare il blog della mia carissima Anncleire con le ultime covers che l’hanno colpita.

Comments

comments

Comments

comments

Leave a Reply