About ~ Subscription Box, queste ‘sconosciute’

Ciao ragazzi! Da quanto non scrivevo un post about? Probabilmente una vita, ma stavolta ho un tema che so interessare a molti di voi: le famose Subscription Box.

Ormai ho riempito i social di foto e informazioni sulle mie iscrizioni a questi servizi, eppure non avevo mai spiegato per bene il loro funzionamento e tutto ciò che le riguarda. Quindi se non avete mai sentito parlare delle subscription box, non preoccupatevi, perché oggi vi parlerò di tutto ciò che dovete sapere e della mia esperienza in merito.

SUBSCRIPTION BOX – Di cosa si tratta?

Si tratta di scatole mensili che contengono prodotti vari a sorpresa, legati da temi comuni, e che vengono consegnati direttamente a casa vostra. Possono essere mensili o da acquistare di volta in volta, ma il costo rimane quasi sempre lo stesso, venendo addirittura scontato se si tratta di servizi per più di una scatola.
In Italia il fenomeno è poco diffuso e negli anni si è limitato a tutto ciò che riguarda il trucco o i prodotti di bellezza. All’estero, invece, potete trovare abbonamenti di qualsiasi tipo dal cibo – già, esiste anche per il cibo! – ai funko pop, dall’oggettistica ai libri. Proprio queste ultime boxes sono diventate la mia ossessione nell’ultimo periodo, da quando le ho scoperte e sono nate sempre più iniziative di questo genere per tutti i portafogli.
In America, in particolare, i servizi che offrono SB a tema letterario sono tantissimi e molto conosciuti, dato che permettono di ricevere molto spesso le ultime uscite firmate dagli autori e tanti gadget che altrimenti costerebbero molto di più.
Ero un po’ restia ad ordinarne una dall’America perché purtroppo il costo, oltre che molto alto, avrebbe comportato il pagamento successivo alle dogane di tasse e dazi vari. Ho ordinato solo una volta dei libri dall’America ed è stato un salasso sia per le spese di spedizione che per l’appunto per le tasse. Calcolate, quindi, sempre molto bene tutti i possibili costi aggiuntivi, quando ordinate dall’America o da fuori UE, perché la “sorpresa” al loro arrivo potrebbe far salire quasi della metà il costo complessivo.

Dato che l’opzione America era da escludere, ho iniziato ad informarmi sui servizi inglesi, esenti da tasse aggiuntive, che per un lungo periodo sembravano inesistenti. In realtà le SB inglesi sono molto più recenti e poche rispetto a quelle in giro per il mondo, ma, fortunatamente per noi, esistono.

Però non posso non mostrarvi le SB più famose prima di parlarvi della mia esperienza e di ciò che è più a portata di portafoglio per noi italiani.

OWLCRATE è una delle mie preferite. Oltre a presentare sempre temi e libri molto belli, collabora da tempo con bravi artisti che creano prodotti esclusivi per le box e occasionalmente inseriscono Funko Pop tra gli oggetti.

Potete vedere le scatole dei mesi scorsi qui.
Il costo è di 29,99 dollari, ossia 26 euro, ma per chi abita in Italia pesa molto la spedizione che arriva a 19,99 dollari. Insomma un totale di 43 euro circa a cui vanno sommate le tasse per l’arrivo in Italia.
Il servizio è mensile, quindi una volta registrati ogni mese pagherete il servizio e ricevere la box.
Cosa contiene: un libro YA di recente uscita, da 3 a 5 oggetti in tema.

Questo mese il tema è la distopia, tra l’altro!

UPPERCASE, è forse il secondo in ordine di preferenza. Purtroppo rispetto ad altri servizi, non spedisce all’estero. Se vivete in America o Canada da 17 dollari al mese più i costi di spedizione potete permettervi questa box che si presenta anche con diversi piani per tutte le tasche. Le box dei mesi passati le trovate qui in tutta la loro bellezza.
Cosa contiene il piano base: il libro, un bookplate o la firma sul libro dell’autore, una nota scritta a mano. Nel piano più costoso sono previsti 1-2 oggetti esclusivi.
THE YA CHRONICLES è un servizio australiano che non ha niente in meno dei colleghi americani.
Per quasi 30 dollari australiani più 24 di spedizione (un totale di circa 35 euro) potrete avere la loro box. Calcolate, però, sempre la spedizione extra europea!
Cosa contiene: un libro, un loro segnalibro, da 2 a 5 oggetti correlati.
Ne potrei citare un’altra decina, dato che ne nascono moltissime ogni mese, ma queste tre sono quelle che seguo da più tempo e che hanno un gran numero di iscritti e di box passate, oltre che ormai una fama conclamata e una certa affidabilità.
Eppure lo scorso mese, come ho annunciato sui vari social, ho trovato la subscription box adatta a me: spedizione dall’Inghilterra e prezzo non troppo alto. Potevo non provarla?!

FAIRYLOOT – La box di Marzo e la mia esperienza

FAIRYLOOT è un progetto iniziato da una book blogger, Anissa di She reads too much, focalizzato in particolare su libri fantasy ma che si apre anche ad altri generi. Oltre al libro, che può arrivare con la firma dell’autore e contenuti speciali, sono previsti 3-4 oggetti che riguardano il tema selezionato di mese in mese.
La prima box, quella di Marzo, era dedicata ai Retelling. L’ho presa subito, approfittando di uno sconto di benvenuto e devo dire che sono molto soddisfatta del contenuto. Certo, con la Pasqua di mezzo e vista la distanza percorsa la mia è arrivata un po’ in ritardo rispetto a quelle degli altri. Ho scoperto, facendomi spoiler, prima cosa avrebbe contenuto, ma la qualità del libro e di ogni oggetto mi ha convinta e conquistata anche per il mese corrente – quella di Aprile ha come tema INTRIGO quindi capirete perché non me la sono lasciata sfuggire. Inoltre dopo aver letto il tema di Maggio – HIGH FANTASY – ho deciso di continuare un altro mese.
Ma cosa conteneva la box di Marzo?

~ i segnalibri ispirati alla serie del Trono di Ghiaccio (la Maas ♥) di TheStickerAlley;

~ una collana troppo carina di BunnysBeadsUK con una citazione di Alice nel paese delle Meraviglie “We are all mad here”;

~ una candela, esclusiva per questa box, ‘Shadowhunters’  di MurrayMayDesigns che ho promesso già a qualcuno molto fan della serie;
~ una spilletta di ButtonNook che adoro con scritto “non giudicare il libro dalla sua copertina” e che trovate in una foto più sotto;

~ un notebook di NewtonAndTheApple con le costellazioni, utile per qualche appunto sparso;

~ il libro “The Forbidden Wish” di Jessica Khoury, un segnalibro abbinato e il bookplate con la firma dell’autrice;

~ un codice “segreto” che serve per fare una buddy read con una persona che ha ricevuto la box (chissà se la troverò mai, però è divertente!).

“The Forbidden Wish” è un libro che mi incuriosiva e avevo messo nella wishlist tempo fa, spinta anche dal mio amore per i retelling e, devo ammetterlo, dalla bellissima copertina. Molte persone me l’hanno consigliato ma ancora non ho avuto tempo di iniziarlo. Sono molto felice anche dell’autografo perché ne ho pochissimi e ci tengo particolarmente a collezionarne altri, quando possibile.
Per quanto riguarda il resto, ho finora usato la collana già qualche volta, la adoro davvero, e i segnalibri sembrano anche abbastanza ‘robusti’, eppure non riesco ancora ad utilizzarli per paura di rovinarli. La spilletta la attaccherò alla mia tote bag letteraria, mentre il notebook forse è un po’ troppo piccolo per i miei gusti, ma gli troverò sicuramente una funzione.
Ogni elemento è perfettamente abbinato al tema con tanto di spiegazione scritta sul motivo per cui sono stati scelti questi oggetti per accompagnare il libro.

Molto carina l’iniziativa, che potete seguire anche senza essere iscritti al servizio, della chat del mese con l’autrice e tanti premi in regalo. Purtroppo quella di Aprile su The Forbidden Wish l’ho persa per via dell’orario, ma essendo UK vi invito a partecipare alla prossima, anche per vincere una delle box!

Mi ritengo davvero soddisfatta di questa esperienza, nonostante la spedizione lunga e anche la box danneggiata leggermente (alla fine dentro però era tutto intero per fortuna!). Proverò quindi i prossimi due mesi e continuerò a parlarvi e raccontarvi la mia esperienza nel mondo delle SB.

Altro servizio UK da tenere sotto occhio è My Bookish Crate, attivo dal mese di Maggio e che promette una box ogni due mesi. Il tema di Maggio è Make a Wish e lo terrò sotto occhio per voi.

Che dite? Le subscription box fanno per voi e vorreste un servizio tutto italiano oppure meglio comprare solo i libri?
Sono molto curiosa di sapere la vostra opinione!

Leave a Reply