About ~ The Nerdy Bookworm Box (September 2016)

Con la connessione che finalmente ha deciso di funzionare, ho scelto di ripartire con il blog da un post che tanti aspettavate dopo la mia foto la settimana scorsa della The Nerdy Bookworm Box.

Ok, forse sto diventando un filo ripetitiva con l’argomento sia per via della mia Born To Read Box che per la mia ossessione per quelle internazionali, ma ho sempre trovato divertente provare qualcosa per voi, anche per darvi un mio parere personale sull’esperienza.

NERDY BOOKWORM BOX

Fonte

Come gli altri servizi di cui vi ho parlato qualche post fa, la Nerdy Bookworm Box offre il meglio dei libri sci-fi e fantasy in circolazione insieme a 4-6 oggetti a tema. Ogni mese il tema cambia e così si può scegliere se comprare un abbonamento o scegliere di mese in mese se acquistare la box.

Si tratta inoltre di un servizio inglese quindi finché l’Inghilterra non uscirà dall’Unione Europea (e se non ci saranno accordi commerciali futuri) non pagherete ulteriori tasse sulla vostra box.

La mia scelta di provarla è dettata da un grande stalking nei confronti del loro account Instagram e poi, diciamocelo, ero iper curiosa del loro tema di Settembre e mi aspettavo decisamente il libro che ho infine ricevuto. Ho scelto di acquistare il cosiddetto “Single Purchase”, ossia la box singola, perché desidero continuare a provare altri servizi e di volta in volta scegliere le box che mi piacciono di più. Compresa di spedizioni ed escludendo un piccolo sconto che ho usato (i rappresentanti delle box solitamente hanno dei codici sconto) ho pagato la box di settembre 32 sterline, poco più di 35 euro.

COSA CONTENEVA LA BOX DI SETTEMBRE

In realtà dovrei partire dal fatto che si trattava di una box sulle regine del fantasy. Sapete quanto adori fantasy e regine (e si capisce anche dal tema della Born To Read Box di Novembre!) quindi non potevo lasciarla sfuggire. Inoltre volevo assolutamente il libro che credevo essere parte della scatola, ossia Three Dark Crowns di Kendare Blake in uscita proprio quel mese. La descrizione alludeva infatti a quel libro specifico e così ho scelto di prenderla, nonostante non si trattasse di un hardback. Infatti, solitamente, le box contengono principalmente cartonati e i paperback sono davvero rari. Devo dire che io stessa non ho preferenze, anzi molto spesso preferisco i paperback perché sono meno costosi quando si tratta di comprare una serie intera. Insomma, fate particolare attenzione alle descrizioni e scegliete in base alle vostre preferenze.

La box di Settembre

Riepilogando avevo alte aspettative, anche date dalle precedenti box e dal tema, ma cosa conteneva la box?

– una borsa leggera con scritto “Books Rule”;

– un poster ispirato a Daenerys Targaryen;

– il mini Funko pop di Anna da Frozen;

– un notebook ispirato alla Regina di Cuori;

– degli stickers su regine famose;

– un candela ispirata alla regina di Terrasen (sapete tutti a chi mi riferisco vero?);

– il magazine della box + un cartoncino per seguire un read along del libro + un segnalibro ispirato alla box;

– il libro “Three Dark Crowns” di Kendare Blake, che era presente nelle tre varianti dedicate alle diverse regine.

Devo dire che mi è piaciuto quasi tutto. La candela ha un profumo buonissimo, davvero. Il poster, la borsa e il notebook sono molto carini. Gli stickers non so ancora bene come usarli. Il mini-funko lo avrei preferito di Elsa, ma è pure molto carino questo. Insomma, complessivamente, non posso proprio lamentarmi. Forse potrei dire qualcosa sulla copertina, perché adoravo la versione con le rose e avrei tanto voluto ricevere quella, ma alla fine è sempre lo stesso libro.

Le cose più particolari della Nerdy Bookworm Box sono l’esperienza interattiva che hanno creato attraverso un codice e il magazine, l’Owl Hoots, che accompagna ogni box con interviste e altri contenuti speciali. Ho avuto solo modo di sfogliarlo in questi giorni, ma la trovo un’idea interessante, oltre che divertente.

Altra nota positiva è stato il packaging che purtroppo nelle foto non vedete ma era molto carino e ben fatto. Il libro era avvolto in una carta e lo spago che legava si stringeva su un piccolo ciondolo a forma di corona. Era così carino che mi è quasi dispiaciuto scartarlo!

Per quanto riguarda le note negative ne posso trovare giusto due: la mancanza di autografo dell’autrice e la spedizione non tracciata. In realtà si tratta più di due difetti dato che l’autografo non era previsto (anche se in altri servizi solitamente è presente) e la spedizione dal prossimo mese sarà tracciabile.
La riproverò? Sicuramente! 
La consiglio? Certo!

Mi è piaciuta più della Fairyloot? Ecco, su questo non so. Sono entrambi ottimi servizi ma Fairyloot ha ancora un piccolo spazio nel mio cuore.
Se dovessi dare un voto come per le recensioni questa box prenderebbe 4 gocce su 5, decisamente. E voi che ne pensate? Vi piace? La proverete?

Leave a Reply