Blog Tour & Giveaway: “Illuminae” di Amie Kaufman & Jay Kristoff ~ Approfondimento

Buongiorno miei cari Petrichors!
Sono molto emozionata di parlarvi oggi di un romanzo che ho letto da pochissimo e che desideravo da tempo. Illuminae di Amie Kaufman e Jay Kristoff è una nuova uscita della Mondadori che vi stupirà tantissimo con il suo stile unico e i numerosi colpi di scena. E, come sono solita fare durante le tappe dei blog tour a cui partecipo, oggi vi porterò a scoprire tante piccole curiosità su uno dei libri più interessanti del 2016!

Titolo originale: Illuminae

 

 

Serie: Illuminae #1

 

 
Genere: YA, Fantascienza

 


 
Editore: Mondadori

 


 
Data di pubblicazione: 18 ottobre 2016

 


Trama: Questa mattina Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare oggi. Questo pomeriggio il suo pianeta è stato invaso.

 

 

Anno 2575, due megacorporation si fanno la guerra per Kerenza, un pianeta che è poco più di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell’universo. Purtroppo nessuno ha pensato di avvertire gli abitanti di quel pianeta dell’imminente attacco. Bersagliati dal fuoco nemico, i due neo ex, Kady ed Ezra, trovano riparo su due astronavi che si stanno occupando dell’evacuazione.
Ma l’invasione di Kerenza non è che l’inizio…”

 

CALENDARIO BLOG TOUR

 

 

Come tutto è nato

La prima pagina del romanzo
C’è poco da dire, la prima cosa che colpisce di questo romanzo è lo stile con cui è scritto. Già solo sfogliando poche pagine rimarrete sorpresi da una scelta che non è tipica dei romanzi. Da lettrice non mi aspettavo di trovare pagine colme di documenti, trascrizioni, immagini, anziché la solita narrazione. E invece, questo è il punto di forza di Illuminae, fare sì che il lettore ricostruisca attraverso avventi e stralci di documenti del cosiddetto Gruppo Illuminae la storia dei nostri due protagonisti. Questa scelta originale dovuta, a detta degli autori, a “un’intensiva pianificazione e una massiccia dose di alcol”, poteva rendere il libro poco interessante agli occhi dei lettori, eppure credo che invece sia proprio il punto di forza. Ma di certo il lavoro di pianificazione ha richiesto davvero un grande lavoro dato che gli autori hanno iniziato a collaborare insieme e hanno costruito un mondo davvero incredibile. Ecco, attraverso le loro parole, come tutto è nato:

Abbiamo diviso gran parte del lavoro nelle due storie dei personaggi. “Tu scrivi il ragazzo, io la ragazza”. Ma mano a mano che il progetto diventava più grande e i personaggi prendevano forma, era molto più facile che ci scambiassimo i ruoli. Avevamo incubi su fogli elettronici, rincorrendo le morti future come se dovessimo fare impallidire l’intera opera di George RR Martin. Un documento di pianificazione di gigantesche proporzioni è cresciuto dentro Google docs, mentre aggiungevamo morti, unità astrologiche, viaggi nel tempo, la trama che si stava sviluppando, i colpi di scena in arrivo. […]

Per quanto riguarda il world building, abbiamo iniziato prendendo spunto dalla grande tradizione dell’uomo nello spazio – con persone in grado di viaggiare tra le stelle grazie alla manipolazione di cunicoli spazio-temporali creati naturalmente o artificialmente. I viaggi attraverso i vari sistemi stellari avrebbero richiesto mesi per essere compiuti, ma quelli tra sistema e sistema sarebbero stati possibili in maniera istantanea. Inoltre abbiamo deciso che la tecnologia per creare questi wormholes fosse ad uno stato embrionale e che l’unica nave tra quelle della piccola flotta dei nostri rifiuti ad avere questa tecnologia fosse danneggiata. Anche se abbiamo costruito una umanità in grado di raggiungere le stelle, abbiamo cercato di parlare di una storia di insolazione dove i nostri eroi fossero lontani dal raggiungere l’aiuto che gli serve e con solo le loro abilità e il loro ingegno in grado di salvarli. 

Abbiamo reclutato un gruppo di dottori, psicologi, astrofisica e hacker per consultarci su questo libro – è incredibile la quantità di rapporti che si possono instaurare dopo una lunga vita da nerd. […]
Ci sono voluti due anni e mezzo di lavoro per scrivere questo libro. Innumerevoli notti in bianco e tanta fiducia. Ma, a differenza dei nostri eroi, siamo stati aiutati e con il team di editori abbiamo finito con l’avere tra le mani un libro più grande e migliore ciò che avremmo creduto. La fantascienza non è morta, è solo diversa. E se c’è una parola in grado di riassumere Illuminae, è diverso. 

Eroi ordinari

Come scoprirete Illuminae non è solo tanti documenti e un mistero intergalattico ma nasconde tante storie con innumerevoli colpi di scena. Preparatevi a viaggi nello spazio, hacker interstellari, intelligenze artificiali e misteriosi virus. Ma a salvare il mondo saranno due semplici teenager, due ragazzi ordinari in un mondo straordinario, che si trovano nella posizione di dover provare a salvare tutti. La moralità, un tema molto importante per gli autori stessi, metterà a dura prova questi eroi ordinari, e porrà nuove domande.

Illuminae è una storia di persone normali, teenager ordinari, colti nel momenti in cui devono lottare per le loro vite. Non hanno scelto di lottare per una causa, tanto meno di morire per quella. Il loro pianeta è stato invaso, e nel momento in cui lasciano la scena su navi di salvataggio, sono costretti a continuare a combattere perchéil nemico ha ancora tante armi contro di loro e non ha smesso di inseguirli. Quando incontriamo i nostri due protagonisti, Kady e Ezra, entrambi diciasettenni all’inizio del libro, non stanno lottando contro un qualche tipo di ingiustizia. Sono solo teenager spaventati che vogliono davvero solo rimanere vivi. Le loro scelte non sono basate su nulla più che la volontà di continuare a respirare un po’ di più. Ma più la storia va avanti, più la loro visione si allarga. Iniziano a realizzare la vastità di ciò che sta accadendo attorno a loro – accadendo a loro. Assistono all’uso illegale di armi biologiche. Vedono la morte di milioni di cittadini del loro pianeta natale. E se non trovano un modo di dire all’universo intero ciò che è successo, spariranno semplicemente piagnucolando e svanendo nel vuoto. E così accadrà ancora, ad altre persone. Più la storia va avanti, più nuove domande emergono: cosa sono disposti a fare, o a perdere, per fare in modo che la verità sia raccontata? Sono disposti a sacrificare loro stessi per salvare le persone che amano?

E con queste parole degli autori vi lascio sperando di avervi un po’ incuriosito su questo nuovo interessante romanzo. Speriamo di avere prestissimo Gemina, il suo sequel, tra le mani!

Giveaway

Sapete che avete la possibilità di vincere una copia digitale del romanzo e una collana a tema realizzata da me?
 Obbligatorio: 
– Seguire tutti i blog che partecipano
– Commentare le varie tappe

Comments

comments

Comments

comments

Leave a Reply