Cover Lovers #56: “Empress of a Thousand Skies” di Rhoda Belleza

In questa rubrica, ideata da me e dalla mia collega super fantastica Anncleire di Please Another Book, vi parlerò delle copertine che più mi hanno colpito durante questa settimana, che provengano da Blog Tour, NetGalley o solo dalla mia TBR. 

Non è martedì ma, dopo aver pubblicato la lista dei libri in arrivo, devo per forza parlare di questa novità che ci aspetta nel mese di Febbraio. Si tratta del primo libro di una duologia inglese ed è assolutamente una di quei romanzi sci-fi che non possiamo perdere.
I tre indizi: imperatrice, fuggitivo, vendetta.

Chi mi conosce sa che amo lo spazio e che un pianeta su una copertina mi gasa al solo vederlo. Mettiamoci poi la galassia sullo sfondo e un ritratto abbozzato della “nostra” imperatrice ed è fatta!

Di che parla “Empress of a Thousand Skies”?

Imperatrice
Rhee, nota anche come principessa ereditaria Rhiannon Ta’an, è l’unica erede sopravvissuta di una dinastia potente. Non si fermerà davanti a nulla per vendicare la sua famiglia e reclamare il suo trono.

Fuggitivo
Aly ha superato le sue origini di rifugiati di guerra per trovare la fama come nascente stella di uno spettacolo DroneVision. Ma quando è falsamente accusato di aver ucciso Rhee, è costretto a provare la sua innocenza per salvare la sua reputazione – e la sua vita. 

Pazzi

Con numerosi pianeti sull’orlo della guerra, Rhee e Aly si ritrovano insieme ad affrontare un male spietato che minaccia il destino di tutta la galassia.


Una saga di vendetta, di guerra, e del vero significato di eredità.

Forse è la me che ha appena finito la serie televisiva The Expanse – che è fantastica ma molto poco YA – e cerca qualcosa di simile da leggere, ma questo libro è decisamente perfetto per ciò che voglio in questo momento. D’altronde come si fa a non amare una principessa ereditaria nello spazio che combatte accanto ad un rifugiato per salvare l’intera galassia?!

Mentre aspetto il vostro parere, non dimenticate di visitare il blog della mia carissima Anncleire con le copertine che l’hanno colpita di più.

Comments

comments

Comments

comments

Leave a Reply