Book Blitz – Tre libri in italiano da leggere questo mese

Buon venerdì, Petrichors!
Oggi vi segnalo tre libri che ho scoperto in questi mesi e che voglio decisamente segnalarvi. Sono di tre generi completamente diversi ma coprono decisamente i gusti di tutti voi che mi seguite. Tre romanzi in italiano che potrebbero essere riassunti con i soliti tre indizi: distopia, fantasy, mutaforma.
Siete pronti a scoprirli con me?

“Vietato leggere all’inferno” di Roberto Gerilli

Editore: Speechless Books
Genere: thriller, pulp, distopico
Sito ufficiale: www.vietatoleggere.it 
 
Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall’età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L’isola del tesoro e non ho più smesso. 
Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradosso, pennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza. 
Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora. 
La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell’editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse.
Vietato leggere all’inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona.  
 
Vietato leggere all’inferno ci promette un distopico all’italiana, dove la letteratura è illegale ed essere un amante dei libri è quasi come essere un tossicodipendente. E diciamocelo, un po’ tossici dei libri lo siamo anche noi come Amleto!
La sua storia porterà alla ribellione o a una terribile resa? Non vi resta che scoprirlo leggendo questo libro di Roberto Gerilli, che tra l’altro è gratuito in formato ebook su Amazon.
 
 
 

“Il Fermaglio di Giada” di Shanmei

 
Editore: Selfpublishing
Genere: fantasy, racconto breve
Disponibile solo su Amazon in formato digitale.
Siamo nell’estate del 1900, i Boxers tengono in ostaggio le Legazioni internazionali in una Pechino allo stremo. Ming Chen, una monaca taoista e Pi Yao, il suo fedele servitore, sono stati incaricati dall’ Imperatrice in persona di consegnare un importante messaggio al capo delle Legazioni straniere. Un messaggio da cui dipendono le sorti di tutti, europei e cinesi. Ma sulla loro strada si troveranno a combattere contro le forze del male incarnate dai servitori del terribile Man Chengfu. Questa è la loro storia.
Breve estratto

Una leggera pioggerellina estiva, vaporosa come nebbia fosforescente, cadeva da ore sulla strada principale che da Shenyang portava a Pechino. La strada era ormai diventata una fanghiglia rossastra e i carri, che ogni tanto passavano, creavano solchi sconnessi e scuri. Era notte. La luna argentea e lattiginosa, quasi nascosta dalle nuvole scure che affollavano il cielo, illuminava tenuemente una locanda, unica costruzione a un crocicchio della  strada. Vi si fermavano viandanti provenienti da tutte le direzioni, per lo più mercanti, avventurieri, e spie. Dovete sapere che era un periodo molto tumultuoso e interessante, e spie di ogni fazione si muovevano come ombre o spettri per tutto il paese. I diavoli stranieri stavano per essere cacciati dalla Cina. Finalmente, avrebbero detto alcuni. Questa era la voce che risuonava di villaggio in villaggio. Di locanda in locanda.

Una piccola perla d’oriente nel mare dei romanzi nostrani è tutto ciò che riesco a pensare di questa uscita di Shanmei. Sarà breve ma vale ogni centesimo questo breve racconto che ripercorre una delle tappe storiche del Novecento.

“Oscure Discendenze” di A.R. Cooper

Traduttore: Paolo Costa
Editore: Babelcube Books
Genere: YA Fantasy Paranormal

Non sapevo di essere un mutaforma,
finché i cacciatori non mi hanno trovata…

Quando la diciottenne Beth riceve un messaggio dal padre scomparso, avvertendola di non andare a scuola quel giorno, perché mai dovrebbe dargli ascolto? Ma quando degli sconosciuti si mostrano ad una delle sue lezioni, dandole la caccia e in cerca della sua morte, Beth deve fare i conti con la verità sui perché e su ciò che è realmente.

Amar è rimasto sepolto nella pietra per secoli. Desidera la libertà, ma solo il sangue di un mutaforma potrà renderlo libero. Dopo secoli bloccato nella forma di un gargoyle, dubita che sia rimasto qualcuno della sua specie. Eppure Beth lo trova, e qualcosa che va oltre la sua responsabilità di proteggerla inizia a riempirlo. Dovrà presto scegliere tra il dovere e l’amore.

Prima che l’ordine dei cacciatori la catturi, Beth e Amar dovranno trovare il padre mutaforma, affinché possano salvare le loro vite. 

 
Questo paranormal arriva in Italia grazie ad un traduttore e autore italiano, Paolo Costa, che vi consiglio di seguire anche su Facebook. La ricerca di un padre scomparso per Beth si trasforma in una corsa alla salvezza insieme ad un insospettabile compagno e a dei poteri che non sapeva di avere. Riuscirà a salvarsi dall’ordine dei cacciatori? Lo scopriremo solo seguendo questa nuova serie di A. R. Cooper.
 
 
Che ne dite di queste tre uscite, quale metterete nella vostra lista dei libri da leggere? 
 

Leave a Reply