Let’s Talk About ~ Libri usati, Amazon Warehouse, Abebooks e Libraccio

Buon mercoledì sera, Petrichors!
Questa sera rispolvero la ‘vecchia’ rubrica About in cui vi parlavo un po’ di tutto, per discutere di libri usati e dei siti online dove comprarli, con uno sguardo particolare ad Abebooks. Spero che vi piaccia e vi torni utile per il futuro.

LIBRI USATI – Perché comprarli e dove trovarli?

Se non sapete rispondere a queste due domande, soprattutto la prima, probabilmente non conoscete il fascino dei libri antichi e di quelli usati. Nella mia vita di lettrice e di studente mi è capitato più di una volta di approcciarmi a libri usati ma soprattutto a libri che avevano una storia. Sin dall’inizio del liceo ho utilizzato vecchi libri di scuola di mia madre e così un po’ per risparmiare un po’ perché a volte certi classici non tramontano mai, ho iniziato a cercare libri usati nelle bancarelle e nei negozi dell’usato. Credo di aver letteralmente saccheggiato certi negozi, quando uscivo con più di nove libri tra le braccia. E, anche se non siete amanti dei libri come me, l’idea di dare nuova vita ai romanzi sicuramente vi piacerà.
La mia passione, insomma, nasce tutta da qui, dal risparmio e dalla gioia di dare una nuova casa ai libri. C’è da dire, però, che trovare libri usati, soprattutto se cercate uno specifico genere o libri relativamente nuovi, può essere difficile. Nelle bancarelle e nei negozi dell’usato, ad esempio, è rarissimo trovare libri pubblicati entro i due anni precedenti. Raro, ma non impossibile, dato che la mia edizione di The Giver, così come altri romanzi di neanche dieci anni fa, vengono proprio da un negozio dell’usato. Più semplice è affidarsi a negozi online e anche grandi distributori di libri usati come Amazon Warehouse deals, Libraccio e Abebooks.

AMAZON WAREHOUSE DEALS

Lo sapete già che sono una Amazon-addicted, quindi non ho perso tanto tempo prima di scoprire il famoso Amazon Warehouse deals, ossia la zona dedicata all’usato e ai prodotti ricondizionati.
Su Amazon Warehouse trovate una piccola selezione di libri davvero scontati sia in inglese che in italiano. Nel mio caso ho preso un paio di libri in italiano ad un quarto del prezzo di copertina e tutto sommato erano davvero nuovi.
PRO: Potete trovare libri di tutti i generi e gradi e a volte i prezzi sono davvero bassi. Se avete un account PRIME non pagate neanche le spese di spedizione.
CONTRO: La scelta è limitata e non sempre gli sconti sono rapportati all’effettivo valore dei libri.

 

LIBRACCIO

Il principale portale di compravendita di libri usati in Italia è Libraccio.it. Forse è anche quello che ho usato più spesso nella mia vita da lettrice e anche per l’università e per scuola quando cercavo libri usati ad un prezzo minore del solito.
Anche in questo caso è un sito affidabile e non ho mai avuto grossi problemi, tranne magari per qualche ritardo dovuto al ‘recupero’ di uno dei libri che avevo ordinato. Proprio su quest’ultimo punto fate sempre attenzione alle date che vi segna per la disponibilità dei vari titoli perché a volte può volerci davvero un po’ e di certo non potete andare di corsa.
Di certo, il catalogo di Libraccio è fornitissimo e include non solo libri usati ma anche remainders, ossia libri invenduti con un prezzo particolarmente scontato, di molte case editrici. Come per qualsiasi servizio di libri usati, dovete avere bene in mente ciò che state cercando perché se vi lanciate in una ricerca casuale di titoli non sempre è facile trovare romanzi che incontrano i vostri gusti. E poi se finite come me a sfogliare più di 50 pagine di titoli, magari finite a non comprare nulla e a rimanere delusi.
Nel mio caso ho comprato, appunto, un po’ di libri da Libraccio e tranne uno sottolineato a matita solo in alcune pagine, erano tutti ben curati e non rovinati.
PRO: Enorme catalogo di libri usati e/o remainders; si trovano anche libri abbastanza recenti; la ricerca è semplice e il reperimento dei titoli veloce in media.
CONTRO: Finora davvero nessuno.

 

ABEBOOKS

A metà tra un Comprovendolibri (di cui vi parlo più sotto) e Libraccio, c’è Abebooks. Onestamente solo con questo post ho scoperto che questo e-commerce appartiene al gruppo di Amazon, quindi non mi stupisco che sia così efficiente. Si tratta di una piattaforma in cui vengono venduti libri nuovi, usati o addirittura antichi e rari. Il sito fa precisamente da tramite tra il compratore e librerie/associazioni/negozi che vendono i loro libri. Quando ordinate un libro, di fatto, lo ordinate ad un venditore terzo, ma è il sito ad occuparsi di catalogare, confrontare e farvi conoscere queste piccole realtà in giro per il mondo.

Fonte: @petrichorreads

Come ho scritto anche su Facebook, in realtà non conoscevo molto bene il sito, lo prendevo più per un negozio di libri particolarmente rari, quindi non avevo mai ordinato fino a che Martina di Liber Arcanus non mi ha convinta a provarlo. La mia esperienza è stata davvero positiva, nessuno dei libri usati che ho ordinato è arrivato troppo rovinato e comunque anche quelli in condizioni meno positive sono costati così poco che ne valeva la pena in ogni caso. Ho scelto tutti libri in lingua inglese, ma su Abebooks potete trovare anche librerie che vendono romanzi in italiano.
Essendo i miei romanzi tutti inglesi, ovviamente, sono stati spediti dall’Inghilterra. La spedizione di per sé è anche stata velocissima e ha impiegato poco più di dieci giorni dall’ordine il 27 Aprile alla consegna la settimana dell’8 Maggio. In particolare, ho ordinato precisamente da queste quattro librerie diverse, che vi consiglio dato che le ho già provate: Chiron Media; WorldofBooks; Awesomebooks e Revival Books. Costo totale, incluse spedizioni? 42 euro, ossia in media poco più di cinque euro per gli otto libri che ho preso. Erano tutti descritti come di condizione molto buona e soprattutto quelli più recenti erano davvero nuovi (come Diabolic che vedete in foto).

Wolf by Wolf è costato poco meno di un euro!

Considerato quanti libri in lingua leggo, credo che comprerò più spesso su Abebooks d’ora in avanti. Poi magari proverò anche qualche libro in italiano e vi dirò sulle altre librerie che provo.
In particolare vi consiglio sempre di cercare i libri che già avete in wishlist perché come altri negozi è difficile trovare qualcosa dato l’alto numero di libri presenti. Una volta trovato scorrete tutte le opzioni e fate attenzione alle condizioni del libro o alle eventuali note. Conviene sempre, per ammortizzare le spese di spedizione, accumulare più di un libro dallo stesso venditore. Vi basterà in quel caso o guardare il catalogo della libreria o sperare di trovare un altro libro in quella stessa libreria dal catalogo principale.
Ultima cosa: non vi spaventate se non vi arriva una email di conferma della spedizione (mentre preoccupatevi se non vi arriva quella di conferma dell’ordine anche parziale) perché io stessa ne ho ricevuta una solo da una libreria e poi i libri sono arrivati tutti tranquillamente.
PRO: Catalogo ampissimo, sia in italiano che in inglese; prezzi bassissimi (alcuni libri li ho pagati appena un euro ed è stata la spedizione ad alzare il prezzo); affidabilità di certe librerie (vi basta vedere il numero di stelline che hanno quelle librerie).
CONTRO: Spedizione non tracciata attraverso le Poste italiane (anche se a volte è disponibile l’opzione prioritaria); affidarsi alla condizione, variabile e soggettiva, dei libri in vendita.

 

GLI ALTRI NEGOZI

Ci sono tante altre opzioni per chi vuole comprare libri usati. Dal semplice passaparola – credetemi, non avete idea di quante volte ho comprato libri da blogger e addirittura da Instagram – a siti come Comprovendolibri o Acciobooks, oltre che tanti gruppi specializzati su Facebook e in giro per il web.
Di tanti, ho provato solo Comprovendolibri, ma essendo che i venditori sono sempre diversi e la piattaforma è abbastanza libera, le esperienze possono variare tanto. Come al solito vi consiglio una spedizione tracciabile, il classico piego libri tracciato va benissimo, e date prima un’occhiata ai feedback per essere sicuri che il venditore sia affidabile.
Acciobooks, invece, non l’ho ancora mai provato, ma sento molti commenti entusiasti e potete anche scambiare libri, non solo comprarli e venderli.

Cosa ne pensate dei libri usati? Li comprate anche voi e soprattutto quali sono i vostri negozi preferiti?
Aspetto i vostri suggerimenti e soprattutto i feedback sui negozi che avete provato.

Leave a Reply