Cover Lovers #68: “Ink” di Alice Broadway

In questa rubrica, ideata da me e dalla mia collega super fantastica Anncleire di Please Another Book, vi parlerò delle copertine che più mi hanno colpito durante questa settimana, che provengano da Blog Tour, NetGalley o solo dalla mia TBR.

Buon venerdì, Petrichors!
Ho almeno due recensioni nelle bozze, ma qui il caldo mi fa boccheggiare e stare al computer è quasi impossibile. Quindi oggi al posto della solita recensione del fine settimana, arriva un Cover Lovers in iper-ritardo. Vi ho già mostrato questo libro e la copertina ieri nella pagina Facebook e, se non l’avete vista, vi invito a farlo perché è semplicemente fantastica.

I tre indizi di oggi sono tatuaggi, padre, ricordo.

La copertina per una volta rende peggio in fotografia di come non è nella realtà. Vedendo il filmato nella pagina Facebook avrete solo un’idea di quanto è bello questo disegno impreziosito da una laminatura color bronzo. Da quando l’ho visto nello scaffale offerte del Waterstones mi sono innamorata.

Ogni azione, ogni gesto, ogni momento significativo è tatuato nella tua pelle per sempre. Quando il padre di Leora muore, la giovane è determinata a vedere il padre ricordato per sempre. Sa già che suo padre merita di aver rimossi tutti i suoi tatuaggi e di vederli trasformati in uno Skin Book che faccia da testimonianza per la sua buona vita. Ma quando scopre che i tatuaggi sono stati cambiati e il suo libro è incompleto, si chiederà se l’ha mai conosciuto per davvero.

Suona un po’ macabro l’idea di creare un libro con tutti i tatuaggi di una persona morta. Un po’ troppo in effetti. Però mi affascina tanto l’idea che abbiamo tatuati sulla pelle i nostri momenti più importanti.
Il libro sembra molto interessante e ha un bel po’ di giudizi positivi su Goodreads, quindi davvero mi sembra un ottimo acquisto. Purtroppo è disponibile solo in lingua inglese, ma chissà che parlandone qualche casa editrice italiana non si interessi di un acquisto – a patto che mantengano quella bella copertina! -.

Che ne pensate voi: vi piace o no?
Non dimenticate di visitare il blog della mia carissima Anncleire con le copertine che l’hanno colpita di più.

Comments

comments

Comments

comments

Leave a Reply