Recensione: “Ossa & Corallo” di Tiffany Daune

Buon sabato, Petrichors!
Ho letto davvero tanti libri in queste settimane quindi aspettatevi un bel po’ di recensioni arretrate nei giorni a seguire. Oggi partiamo con Ossa e Corallo di Tiffany Daune che arriva in Italia grazie alla traduzione di Paolo Costa. Vi avevo iniziato a parlare del libro durante il blog tour e nel video in diretta da Una Marina di Libri. Siete curiosi, vero?

Titolo: Ossa e Corallo
Autore: Tiffany Daune
Traduttore: Paolo Costa
Casa Editrice: Autopubblicato
Lingua: Italiano – Inglese
Genere: YA Fantasy sirene
Goodreads – Amazon

“Halen sa che le scintille che le infiammano le dita sono un pericolo. Ha passato ogni attimo della sua vita nel tentativo di contenere quelle emozioni esplosive che le permettono di distruggere ogni cosa, ma adesso che è tornata a Rockaway Beach, il posto in cui ha visto suo padre annegare, non riesce più a domare le fiamme.

Halen cerca di resistere, ma quando viene spinta verso un nuovo mondo pieno di misteri, il regno sommerso di Elosia, inizia a scoprire la verità sul suo passato e non può fare a meno di andare a fuoco. Mentre esplora Elosia, capisce che ogni attimo della sua vita è stato una menzogna.

Quando le stesse persone che l’hanno ingannata si offrono di aiutarla, Halen deve scegliere: andare via, o scatenare la magia che potrebbe distruggere ogni cosa? ” 

 

THE SIREN CHRONICLES

  1. Ossa e Corallo, in inglese “Coral & Bone”
  2. Curses & Ash, secondo libro della serie non ancora pubblicato in italiano.

 

 

 

 

«Ogni giorno è pieno di cose impossibili, finché non scegliamo di vedere il possibile. Una volta abbracciata questa scelta, la vita si trasforma in un viaggio che non fa paura.» Samira mise una mano sulla gamba tremante di Halen. «Ti aiuteremo a capirlo.»

Ossa & Corallo di Tiffany Daune

TRAMA & PERSONAGGI

Halen ha sempre vissuto con la consapevolezza di non essere una ragazza normale, almeno non da quando le scintille dalle sue dita hanno sconvolto la sua esistenza. Ora che è tornata a Rockaway Beach, il luogo dove suo padre è morto, tenere a freno i suoi poteri è sempre più difficile. Ma niente la può preparare per quello che scoprirà di lì a poco.

Inseguita da un ragazzo misterioso e finita in mare, viene attaccata da misteriose creature e finisce in un mondo che non conosce Elosia. Lì le viene rivelato il grande segreto che la sua famiglia non ha mai voluto dire: è una sirena della Luna Blu, una creatura acquatica con caratteristiche molto particolari in grado di sconfiggere una volta e per tutte Asair, il cattivo che ha reso le sirene esseri malvagi e spietati.

Ora, però, sta ad Halen combattere contro di lui e trovare il modo per salvare definitivamente i tre regni.

Ossa e Corallo era uno di quei libri che finisce nella mia TBR per una copertina che toglie il fiato e per una trama che mi incuriosisce alla prima lettura, ma devo dire che se non fosse stato per la traduzione di Paolo probabilmente avrei atteso ancora un po’ prima di leggerlo. Leggere il romanzo di Tiffany Daune è stato un po’ come ritrovare le mie origini classiche. Mi è piaciuto tantissimo il modo di interpretare il mito delle sirene, e forse si capisce anche dallo speciale che ho scritto per il Blog Tour ormai un mese fa. Forse qualcosa mi ha convinta di meno, ma devo dire che è una lettura molto scorrevole e piena di azione, che vi catturerà in un mondo pieno di misteri e di esseri fantastici.

Il punto di debolezza di questo romanzo per me sono i personaggi. Ho avuto difficoltà ad empatizzare con Halen, anche se di certo non è una protagonista dalla caratterizzazione troppo piatta, ma ho visto che il suo percorso evolutivo e la sua personalità sono meno spiccate di quanto vorrei da una eroina. Certo, è solo il primo libro, ma mi ha decisamente catturata meno di altri personaggi.
Persino la sua storia con Dax, l’Eloisian che incontra nel suo viaggio alla scoperta della sua vera origine, pur essendo giustificata in parte dalla trama non mi ha appassionata. Probabilmente soffrono entrambi di una serie di stereotipi del genere in cui si trovano, ossia quello del ya di formazione. Avrei voluto che si osasse di più con loro e sembra che l’autrice colga questa opportunità solo alla fine, ma ne parliamo più avanti.
Non ho bocciato tutti i personaggi, in realtà mi è piaciuta tantissimo Tage, l’amica – oddio, si può definire solo amica?! – di Halen. Devo dire che brillava moltissimo rispetto alla protagonista e mi ha divertito o emozionato nettamente di più. Ha una sua personalità molto definita, pensa fuori dagli schemi ed è pronta a tutto per la causa a cui ha deciso di dedicarsi. Spero decisamente abbia più spazio nei prossimi libri della serie perché se lo merita.
Oltre a Tage colui che ha attirato maggiormente la mia attenzione è Asair, l’antagonista della vicenda. Non vi dirò nulla per non anticiparvi la trama, ma pur essendo meno presente di altri mi ha subito incuriosita.

WORLD BUILDING

Ossa & Corallo non ha forse il worldbuilding che mi è piaciuto di più in assoluto, perché lo sapete quanto sono attenta ai dettagli e quanto mi piacciano i romanzi curati, ma di certo non passa inosservato per alcune delle scelte che Tiffany Daune ha fatto. Andare oltre il modello Sirenetta della Disney è una scelta che mi è subito piaciuta. C’è sicuramente una ricerca dietro ciò che si vede del mondo delle creature mitologiche e una certa coerenza in tutto ciò che viene raccontato.
Essendo che ne ho già diffusamente parlato nel post del blog tour vi rimando a quello, così da evitare di ripetere sempre le stesse cose.
Per il resto accanto a note molto positive, come la presenza di tre regni – che mi ricorda tantissimo la mitologia non solo classica -, ho trovato passi meno esaltanti. Il maggiore problema direi che è ambientato per la maggior parte nella Terra e la protagonista scopre mano a mano tutti i dettagli del mondo da cui proviene. Di certo mi aspetto che nel prossimo si faccia un passo avanti e il WB sia molto più centrale nella vicenda.

IL FINALE

Devo dire che il finale mi ha sorpresa tantissimo, tanto da alzare il rating e tenermi incollata alla pagina. Le premesse per il secondo libro nell’ultimo capitolo sono molto interessanti e del tutto inattese. Se la battaglia finale era molto prevedibile nel suo risultato, quell’evento – di cui non posso dirvi nulla – non me lo aspettavo davvero. La fine è quindi aperta ma già ci fa guardare con entusiasmo e molta attesa al secondo libro della serie.


RIEPILOGANDO…
PRO
CONTRO
  • personaggi secondari molto affascinanti
  • sirene diverse dal solito
  • numerosi colpi di scena
  • finale sorprendente
  • protagonista che non mi ha convinta
  • trama a volte prevedibile

Altra nota positiva è lo stile dell’autrice, molto leggero e facile da seguire, particolarmente adatto ad una lettura estiva – d’altronde parliamo di sirene, ci sta il mare – e che scorre via bene. Questo è anche sottolineato dalla traduzione di Paolo che è molto ben fatta e rende bene l’originale. Mi è capitato di leggere alcuni passi in inglese e tranne pochi errori vi assicuro che è stato bravissimo.

Sirene, licantropi e ibridi vi aspettano in questo YA fantasy diverso dal solito e pronto a stupirvi con mille colpi di scena. Riuscirà la giovane Halen a salvare i tre regni? Scopritelo in Ossa & Corallo!

Rating:

Comments

comments

Comments

comments

Leave a Reply