Cover Lovers #69: “Mask of Shadows” di Linsey Miller

In questa rubrica, ideata da me e dalla mia collega super fantastica Anncleire di Please Another Book, vi parlerò delle copertine che più mi hanno colpito durante questa settimana, che provengano da Blog Tour, NetGalley o solo dalla mia TBR.

Buon martedì, Petrichors!

Torniamo a parlare di copertine che mi lasciano senza fiato. In realtà questo romanzo esce solo il prossimo mese – eh sì, ho provato a richiederlo su Netgalley, ma non è andata – però ne sono ossessionata sin dal suo cover reveal qualche mese fa. Pronti per un nuovo fantasy molto particolare?

I tre indizi di oggi sono selezioni, assassini e gender fluid.

Datemi pugnali in una copertina e mi innamorerò subito. Adoro il design di Mask of Shadows, i colori scelti e ogni singolo dettaglio. Tra l’altro sin dalla tagline abbiamo una idea ben precisa di quello di cui parla il romanzo.

Quando Sal Leon ruba un poster che annuncia le selezioni aperte a tutti per i Left Hand, un potente gruppo formato dagli assassini personali della regina che si chiama così per via degli anelli che indossa – Ruby, Emeral, Amethyst, and Opal – il suo mondo cambia. Sa che è la possibilità per cambiare la sua vita.

Se non fosse che la selezione è una lotta all’ultimo sangue piena di abili acrobati circensi, farmacisti letali e pericolosi ex-soldati. Un’infanzia come un criminale comune ha preparato appena Sal alle prove. Ma Sal deve sopravvivere per realizzare la vera ragione per cui sta prendendo parte alle selezioni: la vendetta.

Sal è un ladro, uno molto buono. Ma il gender fluid Sal non vuole altro che scappare dalla vita faticosa come ladro di strada e avvicinarsi all’alta società – ai nobili che hanno distrutto la sua casa.

Ho scelto di dare del lui a Sal, ma in realtà se masticate l’inglese, vedrete come sarebbe più corretto usare un “them/they”. Immagino già come sarà leggere un libro del genere con un personaggio gender fluid!
Per il resto sono molto intrigata da Mask of Shadows, non solo perché si presenta un po’ simile al Trono di Ghiaccio della Maas, ma proprio per questa premessa di un personaggio diverso e fuori da ogni schema. Le recensioni al momento sono discordanti in inglese, però sapete che sono sempre per provare a leggere un libro e non solo per fermarsi a qualche recensione negativa.
Vedremo se mai arriverà in Italia. Che ne pensate voi: vi piace o no?

Non dimenticate di visitare il blog della mia carissima Anncleire con le copertine che l’hanno colpita di più.

Leave a Reply